I nostri consigli

Nel cuore del trend: i giardini verticali

Verdi, verdi, verdi! Ecco, son tutte verdi le mie pareti! Adoriamo la nostra Big-City-Life ma proprio per godere di uno stile di vita metropolitana dobbiamo spesso rinunciare al lusso dei giardini grandi e dei balconi colorati. Ma oggi abbiamo la possibilità di trovare un compromesso – e per di più salutare – grazie al botanico francese Patrick Blanc e alla sua invenzione dei giardini verticali

Le pareti rocciose sempre umide delle regioni tropicali del sud-est asiatico ispirarono l’artista di giardini Blanc nella sua invenzione delle “pareti verdi”, con le quali ricoprì presto gli esterni di intere case. Come tutte le mode anche questo trend si diffuse e si declinò in diverse forme – arrivando a dettare la moda non solo dei balconi, ma anche delle pareti di casa.

Vasi di fiori ispirati allo stile country

I giardini verticali ci permettono di conciliare la nostra vita metropolitana con la natura: si fondono in un modo del tutto particolare con l’architettura dei palazzi moderni e al tempo stesso fanno bene alla salute. Se prima a potersi innalzare verso l’alto erano solo liane e piante rampicanti, ora si importano giardini interi e si allestiscono in verticale. Al posto di quadri appendiamo ora alla parete il verde della natura.

Che si tratti, a seconda del gusto personale, di un tappeto in felce sul pavimento, di una parete con piantine di odori in cucina o di un dipinto di fiori colorati in salotto: innanzitutto è importante la tecnica. A differenza delle pareti all’aria aperta ricoperte di edera e di viti rampicanti, nei giardini verticali vengono appese numerose piante alle pareti – e a seconda del gusto anche di diverso tipo – sia una accanto all’altra sia una sopra l’altra. C’è bisogno quindi di una struttura per le pareti adeguata per sorreggerle e in particolare una struttura che protegga la parete di casa con uno strato isolante e impermeabile.

Prendere un thè come nella giungla

Nei giardini verticali anche la luce gioca un ruolo rilevante. Così molti sistemi utilizzano luci speciali per non dover dipendere dalla luce naturale del giorno. Ma generalmente è sempre meglio allestire i giardini verticali in stanze molto luminose, magari vicino a una finestra. Dopo aver scelto la versione desiderata del giardino interno, possiamo finalmente godere dei suoi effetti positivi: in fondo, per esempio, stiamo facendo anche qualcosa di buono per la nostra salute. Con il giardino in casa si migliora il microclima. Nella stanza, ad esempio, le foglie rilasciano umidità che va ad equilibrare l’aria secca da riscaldamento. Le piante arricchiscono l’aria di minerali, filtrano le sostanze nocive o la polvere più sottile e assorbono gli odori sgradevoli. Anche l’acustica della stanza diventa migliore, perché si riduce l’intensità dei fastidiosi rumori esterni.

living4media_11126443_HiResIl verde mette di buon’umore

Ma questa è la cosa più importante in assoluto: il verde rilassa la nostra vista, esercita sul nostro animo un effetto tranquillizzante e ci fa sognare di luoghi lontani in un’oasi colorata di libertà.